sabato 9 maggio 2015

Cover Meme: Page 8!


Mettiamo il caso di aver comprato un libro perchè attirati dalla copertina o per un qualsiasi altro motivo. Dopo averlo letto, preferibilmente dopo un lasso di tempo che va da un mese a qualche anno (come fa la sottoscritta *coff coff*), probabilmente torneremo a guardare quella stessa cover che tanto ci ha attirati e a quel punto una domanda sorgerà spontanea: "Ma...che cosa c'entra con quello che ho appena letto?" E magari staremo lì ad arrovellarci sui possibili significati simbolici dell'immagine e ci daremo degli ignoranti perchè non riusciamo a cogliere il senso dell'immagine che stiamo fissando con occhio bovino. La verità è che quella cover, un senso, non ce l'ha. Sempre per citare fonti auliche, il buon Renè Ferretti direbbe:


 

Ebbene sì, l'ottavo punto del cover meme è...

Page 8 - Cover che...ma cosa c'entra?! (Per quelle cover che non rispecchiano affatto il contenuto)


Senza nulla togliere a chi ha lavorato su queste copertina, ma certe volte si ha proprio l'impressione che il titolo non sia stato letto da chi doveva occuparsi di "rappresentarlo".

Questo forse è l'unico punto del meme in cui manga e fumetti passeranno in secondo piano, visto che per un motivo puramente logico (è l'autore stesso che si occupa delle cover), è difficile che queste non rispecchino il contenuto o non coincidano con la descrizione dei personaggi. E' vero che ci sono cover più astratte, ma tra le mie letture non me ne è venuta in mente nessuna. Quindi farò spazio ai romanzi!
Vogliamo parlare della famosa cover di Harry Potter, una delle prime edizioni Salani, in cui Harry ha in testa un cappello a forma di topo e gioca a scacchi con un topo gigante (perchè mettere Ron sarebbe stato troppo sensato, dato che è lui a giocare sempre a scacchi)?

Mmh...okey :V
Anche la Camera dei Segreti, stessa edizione, mi ha sempre lasciata un poco perplessa. Fa molto LSD.
Per fortuna dalla terza in poi cominciano ad essere un po' più coerenti con il contenuto XD Non dico di volere spoiler della trama, per carità, però queste ho qualche difficoltà ad inserirle nel quadro generale °_° Le nuove edizioni sono megacicciofighissime e magari un giorno, quando sarò ricca (cioè mai)e non avrò niente di impellente da comprare (cioè mai 2), mi farò la doppia edizione. u_u

Quella che, per me, è una vera e propria perla, l'ho scoperta solo di recente. Volevo regalare un libro che a me piace tanto ad una mia amica che, povera anima, si era dimostrata interessata a voler cominciare la saga. Ho comprato così la nuova edizione di Scelti dalle Tenebre della Rice.
Sì, lo so, sono monotematica e vi chiedo scusa. Giuro che ho letto altri libri!
In realtà il discorso è valido sia per l'edizione in mio possesso (quella TEA, più vecchia), sia per la nuova, ma è con quest'ultima che ho notato di più la differenza tra l'illustrazione (se così la si può chiamare...) e il contenuto.
Ecco le due edizioni a confronto: a destra quella vecchia, a sinistra quella nuova.
                                                        

Da notare come quella nuova faccia leva sugli elementi più moderni del romanzo, ritraendo il Lestat-cantante piuttosto che il Lestat-vecchia scuola. Non penso sia una cosa sbagliata, ma è un elemento potrebbe dirci qualcosa sul pubblcio che questa edizione vorrebbe attirare. Notato lo sfondo nero con il dettaglio in primo piano? :P Notato anche che Lestat somiglia vagamente ad Edward Cullen? Ma questo è perchè sono una persona maliziosa u_u 
Evitando di dilungarmi troppo, la cosa che proprio non mi va giù è il confronto tra le immagini in copertina e la descrizione che il protagonista da di sè stesso, da buon Narciso quale è, nella prima pagina del romanzo. Dal quarto rigo. Ergo, non bisognava neanch leggere tutto il primo capitolo. Libro alla mano, il brano è questo:
"Ho i capelli biondi molto folti che arrivano fin quasi alle spalle, e piuttosto ricci, che sembrano bianchi sotto la luce fluorescente. Ho gli occhi grigi, ma assorbono facilmente l'azzurro e il viola dalle superfici che ho intorno. Ho un naso piuttosto corto e sottile, una bocca ben modellata anche se un po' troppo grande per il mio volto. Può sembrare maligna o estremamente generosa, la mia bocca. E appare sempre sensuale. Ma i sentimenti e le reazioni si rispecchiano davvero sempre in tutta la mia espressione. Il mio viso è molto animato." Etc..etc...sì sì, Lestat, sei gnocco.
Al di là della qualità del libro, che può piacere o meno, penso si sia capito cosa c'è che non quadra.

Un altro romanzo la cui cover, pur essendo accattivante, mi sembra messa lì tanto per far sembrare misterioso il contenuto è quella de Il Mago:

Le premesse erano davvero interessanti, volendo proporsi come una sorta di anti-Harry Potter. Infatti buona parte del romanzo è ambientata in questa scuola di magia in cui, però, la magia è tutta costituita da complesse formule fisiche e chimiche, perdendo appunto il suo incanto intrinseco. Per la scuola circolano droghe a mai finire, gli studenti litigano per le raccomandazioni, quasi tutti disillusi e non mancano (molto) espliciti riferimenti all'omosessualità, scene erotiche e, insomma,  tutto quello che la Rowling non ci avrebbe mai fatto vedere, visto il suo ampio target e il suo stile. Non era una brutta idea, peccato che trama e personaggi fossero poco approfonditi e anche un po' a casaccio. Ricordo poi che la conclusione mi lasciò parecchio perplessa e delusa. Lo stesso accadde all'amica che me lo aveva regalato e che aveva preso una copia per leggerlo insieme a me. Ma in tutto ciò...l'uomo in nero con il cilindro? E' quanto di più lontano ci possa essere dall'immagine dei maghi che viene data in questo romanzo °_°"
Per non parlare della scritta sulla cover, fuorviante all'ennesima potenza! Della serie, se sentite la mancanza di Yotsuba&, leggete Asano. Se sentite la mancanza del Detective Conan leggete Wild Adapter, e via dicendo con le associazioni improbabili. Oltretutto, (ormai sono fuori tema, tanto vale andare fino in fondo), non basta far drogare i protagonisti e farli accoppiare come conigli per scrivere qualcosa di "maturo". 

Visto che mi sono dilungata molto di più sulle mie risposte, a questo giro ne ho inserite di meno. Quindi...alla prossima! :D

12 commenti:

  1. Non vale, quelle di Harry Potter volevo metterle io ahahah!! (non c'è problema, vorrà dire che mi toccherà prendere in giro l'altra famosa serie di riserva che avevo in mente +_+)

    oCCriBBio, certo che alla Anne Rice riservano proprio delle cover che lèvati XDXD Che poi mi piacerebbe sapere quale parte del "capelli biondi molto folti che arrivano fin quasi alle spalle, e piuttosto ricci, che sembrano bianchi sotto la luce fluorescente" non era ben chiara ^^° (tutto 'sto ben di Dio per realizzare la cover trash del secolo e me la sprecano così...ma io piango!!! )

    Interessante questo "Il Mago"! Al di là della copertina che non ci azzecca una fava (ricorda vagamente una cover del manga "God Child"), l'ambientazione alternativa di HP è stuzzichevole...peccato che le tue impressioni non siano state positive, la qual cosa mi frena dal dare una possibilità a questo libro. Secondo me hanno finito col realizzare una storia troppo ambiziosa per le loro possibilità, peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah non è vietato ripetere le risposte :P

      si infatti!! La descrizione di Lestat si presta benissimo alla realizzazione di cover trashissime! Potevano fare molto di più e invece...!

      A me la cover del mago piace proprio perché mi ricorda godchild xD la parte iniziale e quella centrale non sono male, ma il finale mi fece arrabbiare abbastanza :( quindi...magari se lo trovi in offerta una chance potresti dargliela, ma non è un romanzo che consiglierei più di tanto. Anche questa...un'occasione sprecata! Non mi sono neanche informata su un possibile seguito (il finale era abbastanza aperto).

      Elimina
  2. Mi sono sempre chiesto il perchè di quelle due copertine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle di Harry Potter ovviamente

      Elimina
    2. Mi sa che in molti ci siamo fatti queste domande per colpa di quella edizione!

      Elimina
  3. Anche io sono rimasta perplessa dalle copertine di Harry Potter.. che a dirla tutta non è che le amo molto in generale... vabè.. :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo siano state le prime copertine di cui non ho afferrato il senso XD
      Sono d'accordo...non mi hanno mao entusiasmata :/ quelle più recenti sono molto più belle >_<

      Elimina
  4. In effetti le cover di HP sono piuttosto...insolite XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che qualche sostanza magica avesse influenzato gli autori? '-'

      Elimina
  5. Post divertente! Non avevo mai pensato alle cover di Harry Potter, ma hai ragione... sono assolutamente nonsense. Per quanto riguarda Scelti dalle Tenebre, te ne ho parlato anche io in un commento precedente... è impossibile non notare quanto MEH sia quella cover D: Interessante "Il Mago", mi sarebbe piaciuto leggerlo, peccato che sia un po' una delusione S: a questo punto, credo eviterò, avendo altri libri in attesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D mi fa sempre piacere se posso strappare qualche sorriso ^^
      Ricordo che il cappello a forma di topo è stato motivo di perplessità per molto tempo per me e alcune mie amiche XD
      Alcune edizioni delle cronache sono molto belle senza bisogno di particolare sforzo (per alcune hanno usato dettagli di opere d'arte), mentre a noi è toccata sta cosina qui :<
      Il Mago...puoi tranquillamente evitarlo. Conoscendo i tuoi gusti, non penso potrebbe piacerti :/

      Elimina
    2. Davvero, perché devono impegnarsi a fare uno schifo quando potrebbero NON impegnarsi e fare una cosa decente? Fail su tutti i fronti proprio XD

      Grazie per la conferma! Allora non lo leggerò u.u

      Elimina