venerdì 23 giugno 2017

Fermi tutti, passa Una Ragazza alla Moda!

Non so in base a quale tara mentale, le storie puramente sentimentali ambientate nei tempi moderni mi dicono poco e niente (pur riconoscendo che ce ne sono di molto valide), ma basta ambientare la stessa storia minimo una 50ina di anni fa e per me assume tutto un altro fascino. Non a caso mi sono sparata le prime tre stagioni di Downton Abbey in vena, con grande shock di chi mi conosce bene, perchè "non era una cosa da me".
Tutto questo preambolo per giustificare la presenza di Una Ragazza alla Moda sui miei scaffali.

venerdì 16 giugno 2017

New York New York - La sagra della Tragedia

Mi sono sentita consigliare questa serie più e più volte da amanti di BL e non, essendo considerato uno dei capisaldi del genere. Purtroppo, essendo difficilissima da reperire nell'edizione italiana, ho dovuto ricorrere a delle scans spagnole, con il benestare di Jack Sparrow, ma ero stufa di aspettare nel miracolo della ristampa!



sabato 10 giugno 2017

I miei primi K-Drama: W e Rebel

Come sapete non sono una grandissima divoratrice di serie TV, nè americane nè asiatiche, però quando me le suggeriscono caldamente dopo un po' cedo anche io. Se in questa frase si sostituisce "caldamente" con "fangirleggiamente" nel primo caso e "con l'insistenza di un trapano sulle tempie" nel caso di Rebel, si ottiene un quadro più chiaro di come sia entrata in contatto con questo mondo a me sconosciuto, quello dei K-Drama.

lunedì 5 giugno 2017

Haru wo daiteita: Quando il manga incontra la telenovela

Quando si parla di Boys'Love, sicuramente Haru wo daiteita è uno dei titoli che vengono consigliati più spesso, un vero e proprio cult del genere. Pur subodorando la telenovela sottoforma di manga, mi sono comunque decisa a recuperare questa serie, scritta da Youka Nitta e composta da 14 volumi, più un sequel (Haru wo Daiteita Alive) ancora in corso di pubblicazione. In realtà ho conosciuto prima lo spin-off di animazione Fuyu no Semi, di cui adoro la storia anche se tecnicamente e a livello di scrittura ci sono degli strafalcioni.
Al momento ho letto la serie principale (che ha iniziato la serializzazione nel 1999) e circa un volume e mezzo di Alive (non so a che punto siano arrivati ad essere sincera, ma se qualcuno ha informazioni mi faccia sapere!).

lunedì 29 maggio 2017

Masurao: idiozia e testosterone allo sbando

Ringraziate che io abbia scelto questo titolo perchè sono una signorina a modo (menzogne!), perchè Masurao meriterebbe tanti di quei sottotitoli indegni che neanche le battute tristi del sabato sera, poi capirete perchè.

Questa serie la conoscevo già da tempo per sentito dire, ma non mi aveva mai interessata più di tanto. Ha suscitato il mio interesse solo quando ho scoperto che l'autore è niente poco di meno che Shin'ichi Sakamoto (Innocent, The Climber) e dato che è un mangaka che mi affascina molto, ho ben pensato di recuperare tutti i suoi manga editi in Italia.
In The Climber, Sakamoto ha maturato le sue doti artistiche, dimostrando di saper affrontare con abilità tecniche e con un approccio quasi poetico la rappresentazione di un uomo singolare, Buntaro Mori, scalatore solitario; in Innocent ci sta raccontando la storia moralmente ambigua e straziante di Charles Henri Sanson, boia di Parigi durante la Rivoluzione. Insomma, pare essere un autore che sforna titoli "pesanti", eppure... Andando indietro nel tempo, scopriamo gli altarini! E viene fuori un Sakamoto che si occupa di un'altra figura maschile tragica, quella di Takeshi Yamato: un ragazzo che... ce l'aveva troppo grosso. *musica drammatica in sottofondo*

lunedì 22 maggio 2017

Naruto: top & flop!

Un bel giorno mi sono detta, massì, è proprio il momento di cominciare qualche bello shonen-beautiful per tornare a sentirsi un giuovine virgulto e per avere giusto quel capitoletto al giorno o a settimana di avventure e mazzate. Il prescelto, in questo caso, è stato Naruto, manga di Masashi Kishimoto che ha riscosso un grande successo fin dal suo esordio su Shonen Jump nel 1999.
Morale della favola? Ho finito 72 volumi in circa due mesi, spronata anche dal poterlo commentare con diversi amici che lo avevano già letto o che lo stavano leggendo con me.
Trattandosi di una serie molto famosa, ho deciso di organizzare il post in modo più "chiacchiericcio" rispetto al solito, giusto per condividere qualche impressione con voi.
Inserisco giusto una trama molto generica per dare un'infarinatura generale a chi non conosce la serie neanche per sentito dire, sempre che quel qualcuno esista XD

martedì 16 maggio 2017

Coffee Shonen Manga Tag!

Dato che la versione Shoujo proposta da Claire vi era piaciuta, ho pensato di sfruttare il modello già usato per una edizione "all shonen" a cui siete invitati a rispondere, ovviamente :3
Come per gli shoujo, non sono espertissima del genere (non sono esperta in nessun genere in particolare, ma leggo un po' di tutto a caso, come avrete capito XD) ma mi ci muovo un po' meglio rispetto allo shoujo tradizionale forse. Trovare le risposte è stato comunque più difficile del previsto, perchè sul momento mi si annebbia il cervello :D
Andiamo al dunque!