domenica 11 marzo 2018

Pratiche fuori orario - un capolavoro nascosto (ma anche no)

Dato che si sono da poco (?) conclusi gli Oscar, mi sembra opportuno parlarvi di Opere di Qualità, di quelle che lasciano un segno indelebile nel nostro immaginario. E' questo il caso di Boku no Sexual Harassment, serie anime di 3 OAV con cui condivido orgogliosamente, sia chiaro, l'anno di nascita, ovvero il 1994. La Yamato Video, lungimirante e accorta come sempre, ha deliziato l'Italia con questo capolavoro della critica sociale ribattezzandolo "Pratiche fuori orario", adattamento da premiare per eleganza e sagacia, a differenza del troppo diretto titolo originale (lett. "Le mie molestie sessuali", sciatto, ne converrete). La serie è acquistabile in DVD, doppiata! Alla fine di questo post spero che vi fionderete su Amazon ad acquistarlo!
Mettetevi comodi, sorseggiando il vostro tè da una tazzina di porcellana come le vere lady di Downton Abbey, perchè qui ci troviamo davanti a un'opera la cui grazia e potenza non si rivedranno tanto presto, un roller coaster di pensieri scomodi e disagio esistenziale, nonchè confusività intrinseca (giuro che questa l'ho sentita dire a una conferenza!).

Ritratto indicativo del protagonista
Mochizuki, giovane impiegato dal viso angelico, con capello leccato come ogni bravo precisino che si rispetti e con uno sguardo magnetico che ci trasporta subito nel vuoto siderale del cosmo, tramite la figura del suo capo, Honma, intraprende una scalata sociale e aziendale corrotta e abietta che ha inizio proprio da Honma stesso e che coinvolgerà personalità sempre più importanti, sia in Giappone che all'estero. La serie colpisce per il suo crudo realismo, senza peli sulla lingua, che ci dimostra come la perversione possa annidarsi in ogni cuore, poco importa la propria origine o appartenenza geografica. Ma a che prezzo Mochizuki sta favorendo la sua azienda? Concedendo i suoi "favori", ovviamente, dato che a quanto pare il mondo azientale giapponese è più gay della cittadina in cui è ambientato Dream Daddy. Si tratta di una palese critica alle lobby gay, inutile approfondire ulteriormente.
Il giovanotto, inizialmente turbato, acconsentirà anche per la fascinazione che prova verso il
Mochizuki, Honma e la sua insolita attrazione per i menti.
Dietro una lampada inerme, o un sole in provetta.
suo capo, dimostrandosi una vera e propria calamita per omosessuali
o presunti tali; ma anche in questo caso, non c'è un fondo di verità? La bellezza non trascende forse ogni confine di genere?
Alla fine si renderà conto che la sua strada è quella (la tangenziale) e con un'onestà che spiazza lo spettatore, abituato a personaggi ben più ritrosi e ipocriti, abbraccerà le sue "pratiche fuori orario", ricavandone anche una certa soddisfazione personale e rifiutando l'alternativa di una strada molto più domestica e affettivamente standard. Pratiche fuori orario si inserisce dunque nel filone di quelle opere che invitano ad abbandonare ogni ipocrisia e a cedere alla propria anima nera.

Questo anime è evidentemente critica e ritratto della società nipponica e non, che corrompe anche gli animi più puri, lungo un percorso degno di un capolavoro del Decadentismo. Non a caso, Honma è quasi un novello Sir Henry del Ritratto di Dorian Gray, che inizia il suo protetto verso la strada del piacere. Ma sappiamo bene che in una realtà aziendale il profitto è tutto e non basta la ricerca del piacere edonistico per convincere Mochizuki a stravolgere la propria vita: bisogna anche vendere qualche computer, nel frattempo! 
Cravattino, pantaloncini, una barca e un cadavere.
Un'infanzia segnata.
Sottile, come solo questo titolo sa essere. 
Altrettanto delicati sono i flashback su un criptico episodio del passato del nostro protagonista, in cui figurano lucciole, una barca e un misterioso ragazzo. Honma da giovane? La rappresentazione, quasi forsteriana, della scoperta della sua omosessualità? Perchè aspettarsi risposte banali, quando lo spettatore può divertirsi a pontificare su quelle immagini tanto insistenti, oniriche e idilliache da suggerire a Luca Guadagnino che forse dovrebbe, come dire, spostarsi un po' più in là? Levarsi, in gergo.

Non mancano anche sottili allegorie e ironie interne, che spingono il pubblico a farsi domande, ma anche ad apprendere, per esempio, in un momento degno del migliore Super Quark, che il Bourbon si ottiene dalla fermentazione del mais. Apprendere da uno yaoi è possibile, con buona pace di tutti quelli che denigrano il genere! Il mais stesso sarà protagonista di una delle scene iconiche di questo gioiellino, scena che ha ispirato la produzione di feticci a tema e che rimarrà per sempre nei nostri cuori, come marchio a fuoco sulle nostre pupille: l'uso improprio di una pannocchia. Anche qui, invito Aciman, Guadagnino e Ivory a fare un passo indietro con le loro pesche, prevedibile simbolo di femminilità, per lasciare il posto alla mascolinità turgida della pannocchia. Si accomodino in fondo, grazie!
Per chi volesse favorire!
(La mano non è mia, la foto è presa da Google,
Ci tengo a precisarlo X'D)


Di ispirazione Guadagniniana (o sarebbe il caso di dire il contrario?!) è anche l'internazionalità del cast, che il doppiaggio originale mantiene, con uno delizioso "pretty baby" che ci trasporta di volata negli USA.
Come non notare altre sottigliezze, poi, quali la luminescenza dei fluidi corporei? Palesemente atta a sottolineare come siano quelli il vero fulcro della vicenda: sensualità, ma anche mascolinità e prevaricazione. Da notare anche la scena in cui alle spalle del protagonista e del suo futuro aguzzino vediamo solo una nebbia rosa luminosa, a simboleggiare l'ignoto in cui il giovane sta per addentrarsi e la purezza ormai alle sue spalle. Menzione d'onore anche al reparto costumi, che ci delizia con dei tagli molto sensuali sull'intimo maschile (quando presente), adattandolo alle personalità dei proprietari. Per esempio: 

Un abbigliamento che parla...
All'intestino.
Notare come la fascia sia stata assegnata proprio a coprire il CUORE di un personaggio che sembra spietato e guidato solo dai suoi bassi istinti, un personaggio che pagherà caro, perchè credo che gli scoppietteranno pop corn nei Paesi Bassi per diverso tempo.

Ma in questo mondo spietato, c'è forse qualcosa che può salvarsi? Ebbene sì, Pratiche non smette di sorprenderci, inserendo un romanticismo irriverente, che dimostra come l'amore possa assumere forme molteplici e intrecciarsi al nostro vissuto e alla vita professionale quando meno ce lo aspettiamo e da persone che, sotto una maschera da sfruttatore e molestatore senza scrupoli, nascondono una grande tenerezza. Propone anche un quesito struggente: quanto si è disposti a fare per amore (del mais)?


Dal punto di vista tecnico, lovedole la colonna sonora, che si lancia in brani al pianoforte con un impeto che sembra quasi casuale, destabilizzando con musiche che richiamano l'infanzia per accompagnare questo mondo tetro e corrotto. Si vocifera che a suonarle sia Saint-Just di Caro Fratello nei suoi momenti di brio, ma non è stato ancora confermato. 

In sala di registrazione
Insomma, cosa state aspettando? Non perdete neanche un minuto per recuperare questo capolavoro! E, per rendere l'esperienza ancora più stimolante, propongo ai non astemi di cimentarsi in questo drinking game creato ad hoc dalla mia amica R. Si promettono sbronze colossali ed è consigliato il Bourbon, per entrare al meglio nel mood della serie. Ecco le regole:

Non mi resta che augurarvi, buona bevuta! Ma mi raccomando, non sbagliate orifizio come Honma! Alla salute!

(Disclaimer per chi passa di qui per caso e non mi conosce: ovviamente è un post ironico. La serie è trashonissima, ma almeno ha una sua coerenza e cercava di dire qualcosa... credo sul Bourbon. Ho visto di molto peggio, il che è quanto dire! E' pure doppiato bene! X'D)

14 commenti:

  1. Ahahah bellissimo <3 ma sai che non l'ho mai visto tutto? Dovrei recuperarlo... magari facendo il drinking game, perché no XD Ottima scelta delle screen comunque. L'ho letto insieme a Marco e ci siamo sfondati dal ridere LOL w lo yaoi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, non mi si era pubblicata la risposta D:
      Sono contenta che vi siate divertiti XD dopotutto questi anime servono solo a questo LOL

      Elimina
  2. Una di quelle cose che non mi interessa vedere... ahahahaah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come! Ti perderesti questo gioiellino?! X'D

      Elimina
  3. Si si "foto presa da internet"...e noi ci crediamo XD

    Comunque mi hai fatta cadere dal ridere ahahah. Oddio sta cosa deve essere di un trash allucinante, anzi allucinogeno XD
    Me lo vedrei volentieri per farmi due risate. Poi ho anche pensato...chissà come si saranno "divertiti" i poveri doppiatori italiani? XD
    No ti giuro,sta cosa me la chiedo veramente XD

    PS: che tu sappia è tratto da un manga?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha guarda, se fosse davvero mia me ne sarei vantata u_u

      Io te lo consiglio per farti due risate ahah e la cosa ancora pii divertente è sapere che esiste anche di peggio!
      Anche io ho pensato ai doppiatori italiani... Voglio l'intervista XD

      No niente manga, e tratto da ina novel XD

      Elimina
  4. AHAHAH sono morto di risate... e ti dirò di più: parte di questo film l'ho anche visto (non so quale dei tre oav ma ho visto proprio la scena della bottiglia e poi pannocchia). Ora, sul perché io abbia visto una cosa del genere, meglio non parlare che sennò si fraintende... XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di aver reso onore a questa grande opera u__u

      Il bourbon e la pannocchia sono nel secondo episodio... Scommetto che è stato il frutto di una serata all'insegna del trash! XD

      Elimina
  5. LOL questo anime non me lo ricordo neanche un po'... ma non ci tengo affatto a rinfrescarmi la memoria.
    Bellissima recensione, brava! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato, perché regala grosse soddisfazioni ahaha

      Grazie! *3*

      Elimina
  6. Vorrei dire qualcosa, ma non posso...
    Sono infatti MORTO DAL RIDERE!!!
    :-DDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah si sa che le pratiche fuori orario stroncano u_u

      Elimina